La Paella valenciana di Francesca

Invitare a cena una persona celiaca ed intollerante al lattosio non è un’impresa semplice né per chi fà l’invito, perché spesso e volentieri non sa bene cosa fare e la contaminazione è in costante agguato, né per l’invitato che vive sempre l’imbarazzo di dover proporre di portarsi il mangiare da casa per sicurezza o comunque di cucinare.
In effetti è ciò che spesso faccio anche io, salvo rare eccezioni in cui si cucina insieme con gli amici e ho la situazione perfettamente sotto controllo.

La nostra amica Francesca però ha avuto una grande idea per invitarci a cena, facendoci sentire a nostro agio, ed eliminando tutte le possibili contaminazioni e/o possibilità di errore. Ha scelto un’unica portata: la paella valenciana, frutto della sua esperienza di un anno in Spagna.

Ecco le regole di Francesca:

  • la paellera è la padella ideale, si usa sempre e solo per cucinare questo piatto, quindi è esente da ogni tipo di contaminazione;
  • nessun ingrediente confezionato, ma solo materie prime fresche;
  • la ricetta consente l’uso di pochissimi utensili che riducono notevolmente qualsiasi rischio;
  • nota di assoluta delicatezza: totale assenza di pane a tavola (il riso dopotutto non richiede la presenza del pane);
  • e per finire, ultima regola: permettere a mia moglie di portare il dolce 🙂

Ingredienti:

  • 2 peperoni rossi
  • 2 cipolle bianche
  • 2 spicchi d’aglio
  • 500g petto di tacchino
  • 500g dorso di tacchino
  • 250g piselli
  • 500g totani freschi
  • 500g seppie fresche
  • 1 kg cozze fresche
  • 1 kg arselle fresche
  • 500g champignon
  • 300g gamberi freschi
  • 350g riso Parboiled
  • 1.5l brodo vegetale fatto in casa
  • 1 bustina di zafferano
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

  1. Far rosolare separatamente ciascun ingrediente: carne, pesce e verdure;
  2. Far aprire le cozze e le arselle, poi sgusciarle, tenendone alcune da parte per la decorazione finale;
  3. Preparare un mix con peperoni, cipolle, aglio e olio extravergine d’oliva e mettere nel fondo della paellera e far soffriggere;
  4. Aggiungere poi il pesce (tranne i gamberi), la carne, i piselli e i funghi in quest’ordine;
  5. Infine aggiungere il riso, coprirlo col brodo in cui avete sciolto lo zafferano, e far cuocere per 15 minuti senza mescolare;
  6. Disporre sopra la paella i gamberi interi, le cozze e le arselle tenute da parte e servire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.