Risotto allo zafferano con lombatine d’agnello

Era da un po’ che Barbara mi rimproverava di non cucinare una cenetta speciale ed in effetti tra vari problemi e pensieri lavorativi è stato un periodo poco “creativo” (…e quel poco di concetrazione culinaria si è riversato nelle prove tecniche per il panettone).

Ieri sera però mi sono messo di impegno ed ho cercato di produrre qualcosa e devo dire che il risultato non è niente male. L’accompagnamento con un ottimo Muscat preso durante il nostro viaggio in Alsazia poi ha reso il piatto ancora più buono!

Questa ricetta nasce da vari spunti che ho cercato di unire in un risotto un po’ ricco a fare da piatto unico per una tranquilla cenetta romantica…

Ingredienti:

  • 300g riso carnaroli
  • 20cl di vino bianco secco
  • 1l brodo vegetale
  • 1 cipolla
  • 1g di zafferano in pistilli
  • 40g di mandorle salate
  • 50g di Parmigiano 30 mesi (tracce di lattosio)
  • 8 lombatine o costolette d’agnello (circa 40/50g l’una)
  • un rametto di rosmarino
  • qualche foglia di salvia
  • un pizzico di zenzero in polvere
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Ricetta

  1. Tritare finemente il rosmarino e la salvia, ungere con poco olio le lombatine e cospargerle con gli aromi tritati sale, pepe ed un po’ di zenzero
  2. Soffriggere la cipolla tagliata finemente e quando inizia a dorare aggiungere il riso e farlo tostare due minuti a fiamma moderata
  3. Sfumare con il vino bianco ed aggiungere un po’ di brodo caldo
  4. Aggiungere lo zafferano ed il restante brodo man mano che viene assorbito, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno di tanto in tanto ed aggiustandolo di sale se necessario
  5. Rosolare le lombatine in una bistecchiera in ghisa, circa 2/3 minuti per parte in modo da lasciarle al sangue, una volta cotte tenerle da parte al caldo
  6. Quando manca circa un minuto alla cottura del riso regolare e mantecare col parmigiano grattuggiato e le mandorle tritate grossolanamente
  7. Disporre in un piatto ampio il riso con sopra le lombatine e qualche mandorla intera per decorare